Materiali 25

Il protagonista s’impegna a decifrare questi manoscritti, contenenti formule chimico-alchemiche: decifrando, arriva a scoprire le applicazioni di questi oggetti che potrebbero produrre energia e consentirne lo scambio fra esseri umani, a livello biologico e fisiologico. I manoscritti fanno riferimento a oggetti e strumenti, con disegni e formule, atti a generare energia vitale. Il manoscritto è incompleto: egli ne cerca la parte mancante all’interno della Comunità. Oggetti e strumenti illustrati servono alla costruzione di un simulacro attivo che funge da centro di raccolta e catalizzatore dei flussi di energia. Gli appunti del manoscritto sono stati integrati in gran segreto dagli studiosi della Comunità, che ne hanno ricostruito i procedimenti con i successivi sviluppi, grazie alle conoscenze attuali, fino a realizzare quello che doveva essere il simulacro-feticcio generatore ed emanatore di energia vitale. Gli adepti, investiti dal flusso di energia, sperimentano una condizione oltre-umana finora sconosciuta. La comunità è frequentata da una nota medium, che cerca di evocare lo spirito dell’alchimista … . . . . .