Writing 40

url

A differenza di te, sono sempre stato un maestro nel perdere tempo. E poiché la vita è fatta soprattuto di cose pratiche, che spesso sopravanzano e rendono obsolete le speculazioni intellettuali che m’hanno sempre guidato, ho perso la mia ideale tensione verso il Senso. L’ingenuità, che io considero una ricchezza, non m’ha salvato. Così, fallire un obiettivo agognato – perché ci si è lasciati portare dal flusso della necessità – può essere sentito come una colpa imperdonabile. Qui entra in gioco la differenza fra chi tende a perdonarsi tutto, riparandosi sotto la visione protettiva che si è creata, e chi invece s’impegna ad addebitarsi le scelte e le inerzie che l’hanno fermato, crogiolandosi nell’esercizio espiatorio della colpa, propria e altrui, in una visione protettiva speculare. Però, alla fine dei conti, può accadere che si apra una via di opportunità che porti a un ulteriore maturare e a traguardi gratificanti, perché il corso delle cose prosegue e va comunque a compimento. La forza resta nel fare progetti e guardare avanti, a prescindere dalle proprie performances del momento, perché il “tempo perso” potrebbe non esistere. L’esperienza insegna che c’è un tempo per ogni cosa: se una cosa anelata non riesce in un certo periodo, significa che non era il suo momento. Ora il momento sembra arrivato, in cui stanno emergendo e coagulando molti bisogni, e sta sfogando ciò che è maturato dentro negli anni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.