Astrarre

fam-astrattismo-carla-accardi-composizione-1953-tempera-su-carta-lgt

L’astrattismo aveva già abolito l’oggetto e l’aveva sostituito con la sensazione: ciò che l’opera con i suoi segni suscitava nel fruitore. E l’informale va oltre: non si limita a rifiutare le nozioni tradizionali di estetica, forma, spazio, ma procede ignorandole, come se non fossero mai esistite.

Nella pittura informale si ha un raggruppamento casuale di forme, de-composte nella casualità del gesto creatore. Se lì non si cerca la bellezza, si dà espressione — cioè risultanza — all’organicità dell’essere. L’immaginazione dell’artista si cimenta con la proliferazione di proiezioni inconsce che vengono convogliate dall’opera.

url

Nella pittura informale non esistono punti privilegiati, un’area che cattura l’attenzione e che dà l’impronta al tutto, ma tutte le sue prospettive sono valide e capaci di convogliare messaggi.

url

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.