· 44

Spesso mi sorprendo a sorridere, anche se sono intento ad altre cose o mi trovo in mezzo alla gente. E noi siamo molto attenti alla nostra interiorità. Le mie esperienze sono state importanti per farmi crescere, e le tue anche: perché tu sei cresciuta molto con quello che hai passato. Me ne rendo conto, e credo che il mio giudizio di osservatore sia affidabile. Hai sofferto, e questa sofferenza ti ha forgiata, ti ha resa forte e affidabile, sicura di quello che fai, anche se a te non sembra, perché ti senti quasi regolarmente — canonicamente — insicura. La tua insicurezza è un retaggio, ormai: un retaggio che secondo me ti sta già lasciando, non ti appartiene quasi più, ed è presente solo come “canone” di vita che vedi come tuo. In realtà questo canone è solo illusione, perché la tua vita sta prendendo un’impronta in cui la “insicurezza permanente” non ha più cittadinanza. Questo è ciò che vedo io, guardandoti, ascoltandoti e leggendo quello che scrivi. Tu stai diventando donna, una donna che si assume le responsabilità e non ha paura di quello che si trova di fronte. Sei grandissima, per me. Un esempio e un dono assoluto.